Salerno, 24 aprile 2016. 4200 mq divisi su tre piani costruiti con 9200 m3 di cemento armato con 4200 tonnellate di acciaio. Un’opera che, come spera il Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli proietterà il comune capoluogo verso scenari di incredibile ed indiscussa fama. Inaugurata di fatto la stazione marittima disegnata dall’architetto Zaha Hadid scomparsa il 31 marzo. Un’opera pensata già nel 1993 e che ora rappresenta una delle strutture d’eccellenza del vasto programma di riqualificazione urbanistica e rilancio socio-economico attuato dal Comune di Salerno con la guida del Sindaco Vincenzo De Luca, oggi Presidente dellaRegione Campania. L’inaugurazione inizialmente prevista per oggi 25 aprile è stata anticipata di 12 ore a causa degli impegni istituzionali in Germania del Presidente del Consiglio Matteo Renzi che non ha voluto mancare all’evento. Renzi è arrivato a Salerno nel tardo pomeriggio di ieri accolto dal Prefetto, Salvatori Malfi. Sua la prima stretta di mano all’uscita dall’auto di Renzi quindi De Luca ed infine Enzo Napoli. Quindi tutte le autorità militari del territorio ed anche il Presidente dell’Autorità portuale di Salerno Andrea Annunziata. La Stazione Marittima di Salerno secondo le mire del Comune salernitano dovrà essere volano economico ed occupazionale che avrà a proprio carico il programma di crescita del territorio capoluogo e non solo. Data per certa la crescita esponenziale degli approdi crocieristici con una previsione stimata a regime di cinquecentomila unità durante il corso di tutto l’anno. Circa duemila i nuovi posti di lavoro stimati nel comparto dell’ accoglienza e della logistica/servizi, del turismo e del commercio, della ristorazione e del tempo libero.

Comments are closed.

Post Navigation