Portfolio

Luglio 2012. Inchiesta sul Turismo in Molise per TVI MOLISE.

Qualche giorno fa, i dati che disegnavano il Molise con i colori del turismo. Colori grigi, sbiaditi, opachi e lasciavano intendere che, per ridare nuova linfa al settore, erano necessari incentivi forti e decisi non certo da destinare sul territorio. Tutt’al più, fondi che abbiano un solo scopo: quello di portare tour operator nazionali a proporre il Molise. Poi, il territorio farà il resto. Il problema è che il piano regionale licenziato dalla Quarta Commissione va in tutt’altra direzione: finanziare eventi e consorzi ormai fiacchi, senza investire un centesimo nei pacchetti turistici. Per capire se avesse ragione la politica o la realtà descritta dagli istituti statistici nazionali, abbiamo provato a contattare un’agenzia turistica nazionale che lavora soprattutto sulla costa adriatica. Una telefonata per chiedere soluzioni estive, per una classica famiglia, padre, madre ed una pargola di qualche anno. Pensando si trattasse di un caso isolato, abbiamo pensato di chiamare un altro operatore italiano, ma di ampio respiro internazionale, e anche qui il Molise resta sconosciuto. Insomma, il Molise, di cose da proporre ne ha, peccato che lo sappiano solo gli stessi molisani. I toni trionfalistici utilizzati dal presidente della Quarta Commissione Lucio De Bernardo e dall’assessore al Turismo Michele Scasserra, all’atto dell’approvazione del Piano regionale, cozzano con una realtà ben diversa rispetto a quanto asserito in un comunicato stampa. Dare soldi a chi promuove il Molise in Molise non serve più a nulla, bisogna attivare tutti i canali istituzionali per entrare nel circuito nazionale ed internazionale. Ai politici regionali il consiglio di leggersi il rapporto della Banca d’Italia, noi, invece, continueremo a chiedere del Molise ai tour operator italiani, auspicando di essere più fortunati. Una sfida che si preannuncia molto difficile.

Maggio 2012. Reportage per TVi MOLISE dall’Emilia Romagna in occasione del sisma che ha colpito vari territori presso il Centro di Accoglienza di Medolla allestito dall’ Agenzia della Protezione Civile della Regione Molise.

Produttore ed ideatore del lungometraggio “Ciao Catello, calciatore, amico e fratello”. Nel Novembre 2008, il lavoro è stato insignito del Premio Speciale della Giuria al Festival Internazionale del Cinema Sportivo di Milano – Sport & Movies 2008 (XXVI Edizione) organizzato dal FICTS – Federation Internationale Cinema Television Sportifs organismo riconosciuto dal CIO – Comitato Internazionale Olimpico a cui sono affiliate 102 nazioni.